anonimausalone

Just another WordPress.com site

Mese: aprile, 2012

Interview

Novita’: mi viene finalmente assegnata una persona con cui collaborare ed aiutarmi nel portare avanti alcuni progetti. Almeno di qui alla fine dell’anno. Selezione CV da parte mia fatta. Selezione da parte delle risorse umane fatta. Ora tocca a me fargli un colloquio telefonico (magari video), onde evitare sorprese. 

Buffo il mondo

Della serie “disavventure IT”.

Oggi il manager che mantiene i web services che sviluppo mi ha fatto notare con fare piuttosto stizzito che non rispondo ad e-mails importanti mandate oltre un mese fa. Ca**…spita, sono proprio distratto e talmente sommerso di lavoro da non accorgermene, ho subito pensato io.

E poi scopro che queste e-mails destinate a me sono state inviate ad una mailing lists nella quale non sono iscritto e a cui non posso auto-iscrivermi. E il service manager piu’ il mittente delle e-mails sono coloro che devono iscrivermi alla mailing list.

Lezione del giorno

Lezione del giorno: non credere che tutti siano come te.

La natura umana e’ varia e non tutti sono corretti, onesti e in buona fede come te. Qualcuno si diverte giocando con la tua buonafede, semplicemente bluffando e non mostrandoti la vera faccia della medaglia, la vera faccia di se stesso. Doppiogiochisti per lo piu’, che fanno dell’opportunismo il proprio pane quotidiano e della tua energia la linfa per andare avanti. Individuali grazie alla loro spiccata non coerenza. Alcuni esemplari sono anche in grado di mascherarsi molto bene ed in modo alquanto arguto. Individuali, guardali dritti negli occhi e diffida sempre. Meritano solo le briciole. 

 

Image

Secondo

Image

Non credergli quando ti dicono che sei un genio. Non credergli quando ti dicono non vali niente. Non permettergli di decidere chi sei, cosa puoi fare e cosa non puoi fare. Esci dagli schemi e dai limiti che ti vengono imposti. Limiti che spesso nemmeno ci accorgiamo di avere e che accettiamo, perche’ e’ nella natura umana adattarsi alle situazioni.

Primo

Primo

E’ un periodo difficile. non so bene cosa mi succeda, cosa voglio. Passo il tempo seduto sul divano a non fare nulla, a fare tante cose in modo convulsivo. Non so bene come uscire da questa situazione. Sto diventando matto. Sono in difficolta’ e devo reagire per uscire da qui.

Il lavoro non mi piace. E’ impressionante quanto lavorare in uno dei luoghi che sono considerati uno dei posti piu’ ambiti al mondo per certi punti di vista dimostri di essere marcio dentro. Continuamente giochi sporchi, con persone che dimostrano in continuazione di non essere all’altezza dei propri ruoli e delle situazioni che loro stesso contribuiscono a creare grazie alle con la loro incapacita’ tecnica e mancanza di visione.

Alle volte penso che chi e’ bravo in qualcosa non possa mai far carriera. In un mondo di squali e arrivisti, se sei bravo ti tengono li’ a fare il tuo lavoro, non farti muovere di una virgola e ti sfruttano, mettendoti i piedi in testa per salire in alto arraffando tutto quello che possono. Piuttosto se non sei capace di fare qualcosa sei costretto a cercarti degli spazi, a trovare altre vie per darti da fare, che alle volte comporta di campare sulle spalle altrui (cosa che nella mia cara Italia va molto di moda). Come si chiamano queste persone?

Re-iniziamo da qui. Un posto dove posso sfogarmi per una volta senza metterci la faccia. Dove posso tirare finalmente fuori l’altro lato della medaglia che in tanti conoscono ma che in pochi vogliono vedere.